Altri titoli mondiali per i master emiliani

10 Settembre 2018

Proseguono i successi per i masters della Emilia Romagna ai Campionati Mondiali di Malaga.


 

Dopo il tris di titoli mondiali vinti nelle prime giornate dei Campionati Mondiali, con Maria Lorenzoni nel cross w60, Giulio Morelli nei 100 metri m55 e da Patrizia Passerini nei 2000 siepi w55, sono arrivati nelle successive 2 giornate altri 3 titoli per i master tesserati nella nostra regione: gli ulteriori neo campioni del mondo sono tutti 3 tesserati per l'Olimpia Amatori Rimini di Werter Corbelli. Si tratta ancora di Giulio Morelli, che ha vinto il titolo anche nei 200 metri m55, Lamberto Boranga nell'alto m75 e Gianni Becatti nel lungo m55.

Partiamo subito dal titolo vinto da Gianni Becatti in quanto, come era nei pronostici, ha sì vinto la gara di salto in lungo m55, ma ha anche stabilito per 2 volte il record mondiale della categoria che era fermo a 6,35. Già al primo salto Becatti ha superato il vecchio record con 6,49 (0,0), poi ha proseguito con 6,24, 6,33, 6,21. Alla quinta prova ha fatto ancora meglio atterrando a 6,50 (vento 0,0). Le tabelle di conversione della WMA dicono che 6,50 a 55 anni valgono 8,528, quindi BECATTI oggi avrebbe stabilito il record italiano assoluto ...

Gianni Becatti è stato un atleta di valore assoluto (7,84 nel 1988 a 25 anni).

Ha ripreso a fare attività verso i 50 anni è subito è stato "intercettato" da Werter Corbelli per la sua Olimpia Rimini. Ne sono seguiti una serie di risultati eccezionali per un cinquantenne, con il primato mondiale indoor m50 di 6,75 nel 2015 e i titoli mondiali nel 2014 a Budapest (indoor) e nel 2015 a Lione (outdoor) ed europei nel 2014 a Smirne (outdoor), Torun nel 2015 (indoor), Ancona nel 2016 (indoor), Aarhus nel 2017 (outdoor). Quindi settima gara internazionale da master fra europei e mondiale e settimo titolo conquistato.

Per Giulio Morelli quindi un fantastico bis nei 200 metri dopo il titolo vinto nei giorni scorsi nei 100 metri. Anche nei 200 metri, vinti con il tempo di 24.58 (-0,3), il 2° classificato è stato lo statunitense Don McGee con 24.70. Il tempo d Morelli è il nuovo primato italiano m55.

Si tratta anche del suo 3° successo a livello internazionale, tutti nel 2018, dopo il titolo europeo vinto nei 60 metri indoor a Madrid e il titolo mondiale vinto a Malaga nei 100 metri.

Lamberto Boranga è uno dei personaggi più conosciuti del mondo master, anche per via della notorietà precedente quando era stato portiere di calcio in serie A con la Fiorentina e altre squadre. A Malaga ha vinto la gara di salto in alto m75 con 1,38, stabilendo anche il nuovo record italiano. Boranga  ha rischiato di uscire a 1,30 superandolo solo alla terza prova, quando già quattro avversari erano andati oltre. Poi, confermando il combattente vincente di tante occasioni, è riuscito a prevalere, superando 1,33 e 1,36 alla prima prova e 1,38 alla seconda. 

Ricostruire tutti i titoli internazionalii vinti in carriera da Boranga non è facile: ci proviamo consapevoli che qualcosa potrebbe essere sfuggito: 2008 Mondiali Indoor lungo m65; 2008 Europei Outdoor lungo m65; 2009 Mondiali Outdoor lungo m65; 2012 Europei Outdoor alto m65; 2014 Mondiali Indoor alti m70; 2015 Europei Indoor alto m70; 2018 Europei Indoor alto m75; 2018 Mondiali Outdoor alto m75.

Il precedente articolo sui Campionati Mondiali di Malaga

Risultati Stadia

Giorgio Rizzoli

 


Podio con Lamberto Boranga


Condividi con
Seguici su: