Campionati italiani endurance, laziali a Modena

16 Ottobre 2020

Tutti le atlete e gli atleti più attesi sulle distanze e nella marcia nella manifestazione che assegna i titoli decisivi per gli scudetti

 

di Lorenzo Bufalino

Domani al camposcuola di Modena partono i campionati italiani di endurance, campionati dedicati alle distanze lunghe dell’atletica. Si corre e si marcia in questo fine anno dell’atletica che a Modena assegnerà gli ultimi titoli tricolori della stagione travagliata dovuta alla pandemia. Quasi mille atleti in gara nell’edizione straordinaria di questi campionati, organizzati dall’Atletica Fratellanza Modena, che andrà a decretare poi anche i titoli a squadre del 2020. Tanti i laziali in gara dagli allievi fino alla categoria assoluta, che hanno la speranza di riportare a casa le medaglie. La rassegna modenese è anche decisiva per assegnare gli scudetti 2020. 

STREAMING E TV - La Festa dell’endurance di Modena sarà trasmessa in diretta streaming su atletica.tv sabato 17 e domenica 18 ottobre. Una sintesi delle gare andrà in onda in differita tv su RaiSport+HD lunedì 19 ottobre dalle 16.30 alle 18.30.

ISCRITTI E RISULTATI: FESTA DELL’ENDURANCE MODENA  - ORARIO MODENA

SETTORE MASCHILE –  Nelle gare assolute occhi su Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle) domenica scorsa ha corso a Roma il primo 3000 siepi dell’anno per un ottimo test concluso i 8:35.05.

A Modena punta al titolo e al miglioramento del crono per l’atleta che punterà a tornare in maglia azzurra il prossimo anno, per l’obiettivo olimpiadi. Nei 1500 metri il romano Mohamed Zerrad (Biotekna Marcon), che corre con il club veneto, è molto migliorato negli ultimi anni diventando tra i migliori interpreti della specialità capace lo scorso anno di essere con la nazionale ai campionati Europei di cross. Nella marcia Francesco Fortunato (Fiamme Gialle) è tra i favoriti della 10 km su strada dove il forte azzurro vuole rifarsi dalla prestazione del match internazionale di Podebrady.

Tra le promesse occhio a Federico Riva (Fiamme Gialle Simoni) nella gara dei 1500 metri dove quest’anno si è di gran lunga migliorato fino a 3:45.74, con tanta esperienza fatta anche nei meeting internazionali di tutta Europa. Nei 5000 metri prova a difendersi Diego Luca Boraschi (Atletica Futura Roma) mentre il compagno di squadra Luca Zanetti (Atletica Futura Roma) dopo le ottime prove sui 3000 metri a Rieti prima e Roma dopo, prova a lottare nei 3000 siepi dove sarà presente anche Tito Marteddu (Fiamme Gialle Simoni).

Tra gli Junior nei 3000 metri il miglior accredito della stagione è quello del reatino Marco Ranucci (Studentesca Milardi) capace nell’estate di gare al Guidobaldi di scendere sotto gli 8:30. Si rivede anche Francesco Guerra (Parco Alpi Apuane) che dopo essersi trasferito in Toscana va all’attacco delle medaglie nei 5000 metri.

Nelle gare di marcia Francesco Romanzi (Fiamme Gialle Simoni) e Filippo Capostagno (Fiamme Gialle Simoni) dopo essersi comportati bene nella categoria allievi, provano al primo anno di età a farsi spazio anche tra gli Junior.

Categoria allievi che vede in corsa per una medaglia Gabriele Pio Lacanna (Faratletica) nei 1500 metri dove quest’anno, proprio poche settimane fa, è sceso sotto i 4 minuti. Nella gara dei 2000 siepi Valerio Spalletta (RCF Roma Sud) ha dimostrato nelle ultime uscite una buona condizione in vista di Modena e vuole migliorare il quinto posto dello scorso anno. Poi nella marcia un top come Diego Giampaolo (Fiamme Gialle Simoni) che nella 5 km quest’anno ha fatto segnare una delle migliori prestazioni mondiali.

SETTORE FEMMINILE – Nel settore femminile una grande protagonista su tutte, la marciatrice Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) che torna in gara dopo la vittoria nel match internazionale di Podebrady, dove la pugliese che si allena con Patrizio Parcesepe, ha corso lo standard per partecipare alle prossime olimpiadi. Con lei anche l’altra azzurra della marcia, la cinquantista Maria Vittoria Becchetti (CUS Cagliari). Nelle gare di corsa presente il duo dell’Athletica Vaticana, Camille Eugenie Chenaux (Athletica Vaticana) nei 1500 metri e Sara Carnicelli nei 3000 siepi.

Tra le promesse Gaia Sabbatini (Fiamme Azzurre) cerca l’ennesimo titolo italiano di categoria nei 1500 metri, nella gara dove ci sono anche le finaliste degli 800 di Grosseto Arianna Bella (Roma Acquacetosa) e Elisa Giuseppetti (ACSI Italia Atletica).

Nella categoria Junior invece occhio a Livia Caldarini (Studentesca Milardi) che dopo il secondo posto negli 800 di Grosseto vuole la rivincita contro la trentina Sophia Favalli (Freezone) mentre nei 3000 metri discorso per le medaglie apertissimo per Lucrezia Adamo (Studentesca Milardi).


File allegati:
- ISCRITTI - RISULTATI
- ORARIO


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate